REDDITO DI INCLUSIONE (REI)

Disegreteria@con-sap.it

REDDITO DI INCLUSIONE (REI)

REDDITO DI INCLUSIONE (REI)

REDDITO DI INCLUSIONE: una frase di sole tre parole che nasconde un mondo fatto di speranze, illusioni, disillusioni e voglia di rimettersi in gioco. Cerchiamo di capire cosa si intende con REDDITO DI INCLUSIONE (REI).

Ha debuttato ad inizio di quest’ anno 2018, il reddito di inclusione, come intervento fatto dal governo uscente (governo Gentiloni). Si inquadra come “Un aiuto alle famiglie più deboli, un impegno contro la povertà”, secondo le parole del premier. I beneficiari potrebbero essere in “circa 660 mila, di cui 550 mila con figli minori” (parole dell’ex ministro del lavoro Poletti).
Si tratta di un aiuto economico mensile, volto a quanti hanno le caratteristiche per farne richiesta. L’ aiuto è compreso tra un minimo di 190 e un massimo di 485 euro(in funzione del numero dei componenti familiari).

 

 

REDDITO DI INCLUSIONE (REI)

Modalità di erogazione

L’aiuto al reddito per famiglie in difficoltà è erogata tramite una carta prepagata. Come quasi tutto, ormai, anche per ottenere questa carta prepagata bisogna operare via web. Il modulo si scarica dal sito www.inps.it e, una volta compilato, lo si porta nel comune di residenza. La carta ha un regolamente simile a quello delle normali carte di credito, con alcune limitazioni. Ad esempio il contante prelevato non può superare la metà di quanto si ha diritto mensilmente. Per il resto la si può usare per fare acquisti tramite pos e circuito Mastercard. Ci sono anche alcuni esercizi convenzionati, dove la carta da diritto ad uno sconto del 5%.

Il Reddito di Inclusione viene erogato per un massimo di un anno e mezzo,  e può essere rinnovato per un altro anno dopo una pausa di almeno sei mesi. L’ importo complessivo annuo non può essere superiore all’ assegno sociale (per il 2017 era 5.824 euro).

 

Requisiti

Vi sono dei requisiti, per richiedere il reddito di inclusione, piuttosto stringenti. Essere cittadini dell’Unione europea (o con permesso di soggiorno UE di lungo periodo), e si deve risiedere in Italia da almeno due anni continuativi.

Per accedere al Reddito di Cittadinanza l’ISEE non deve essere superiore a 6.000 euro/anno, inoltre il valore del patrimonio immobiliare (al netto della casa di abitazione) non può essere superiore a 20.000 euro mentre quello mobiliare non può superare i 6.000 euro (più 2.000 per ogni componente successivo al primo, fino a un massimo di 10.000).

Ci sono altre condizioni da soddisfare per poter accedere al REI. Il nucleo familiare deve avere almeno un minore, oppure un disabile con suo genitore o tutore, una donna in stato di gravidanza, un lavoratore di almeno 55 anni disoccupato da almeno 3 mesi.

 

 

Con-Sap www.con-sap.it

 

 

 

 

 

 

 

www.con-sap.it      segreteria@con-sap.it

specializzati in rimborso cessione del quinto  e nella verifica del TAEG sui finanziamenti

Con-Sap ha come partner tecnologico TP Solutions

Lascia una risposta